Let's Blog!

Visitatori Totali

dal 01.Gen.2007
Data: 07.Aug.2022
Visitatori: 152.840.239

Chi Ŕ online

unfilodi su ravelry

Calcolatori Knitting Online

Lucia Liljegren
Knitting Calculators by Lucia Liljegren

Knitting Daily
Waist Shaping by Knitting Daily

RubaBottoni

rubami
rubami
rubami
rubami
rubami
rubami
rubami
rubami
rubami
rubami
rubami
rubami
rubami
rubami
rubami
vintage-blogs
Le mie compagne di vita PDF Stampa E-mail
Scritto da Wendy   
venerdý 16 marzo 2007
ChiccaIo ho una cagnona Terranova che arrivata piccola come un peluche, ho impropriamente chiamato Chicca, anche perché, ribelle come sono, volevo dare un taglio alla lunga e nobile serie di nomi altisonanti del suo pedigrée; ho anche due gatte, Margot e Pepita: tutte femmine per scelta.

Chicca era di mio figlio, recuperata da una cucciolata, e che nessuno voleva, appunto, perchè femmina.

Lui abita in città: informatosi poi delle dimensioni che Chicca avrebbe raggiunto, me l'ha portata "tu che hai un giardino...".

Poco dopo anche mia figlia ha recuperato due gattine, le  ha tenute un po', ma crescendo e saltando per casa facevano scattare l'allarme antifurto. Così è in città.

"Ti porto una gattina", mi ha detto un giorno," da te c'è spazio ecc. ecc., anzi, siccome sono due sorelle sarebbe meglio non dividerle ecc.ecc." 

La cagnona Chicca, che ormai ha raggiunto i 55 Kg. e forse qualcosa di più, ed è la bontà fatta cane, le ha adottate, e quando esco in giardino o per la solita passeggiata me le ritrovo tutte tre insieme; ormai ci conoscono tutti e se qualcuna rallenta e rimane indietro mi domandano dov'è Pepita o Margot.

Ho la fortuna di abitare a pochi passi, attraversata la strada provinciale, da una stradina tranquilla che i locali chiamano ancora "mulattiera" a ricordo di tempi lontani, quando i nonni dei loro nonni scendevano al frantoio o "ù magasìn", coi muli.

Non so cosa veramente pensino di me ma ormai si sono abituati e se in principio hanno forse sorriso o deriso, adesso sono contenti di vederci e mi salutano cordialmente.

Non è facile entrare nella corteccia dura dei liguri, senza offesa, ma poi una volta presi in simpatia, ti danno il cuore: a me olio extravergine delle loro olive raccolte nelle grandi reti arancione che colorano la collina, e le uova prese ancora calde dal nido.

Beh, dico, non è poco di questi tempi!


Aggiungi ai preferiti (2469) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 60890 | Stampa

Lascia il primo commento!
Solo gli Utenti Registrati possono scrivere commenti.
Effettua il Login o Registrati.

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright by Arthur Konze
All rights reserved